I tipi di email in un ecommerce

In questo manuale imparerai come padroneggiare lo strumento email per aumentare gli incassi del tuo ecommerce. Vedremo insieme quali sono le tipologie di campagne più efficaci e come comporre le email. Avrai a tua disposizione un manuale passo passo che ti guiderà nell’utilizzo di uno degli strumenti più importanti di web marketing. Devi sapere che l’email marketing, quando sfruttato a dovere, è uno straordinario canale di vendite per qualunque negozio online.

Noterai che l’ordine delle serie email presentati in questo manuale non è cronologico. Ho scelto di stravolgere l’ordine logico in favore dell’efficacia delle varie serie da un punto di vista economico. Prima troverai le email che su base statistica portano più soldi in cassa delle aziende.

Inoltre questo manuale ti fornirà le basi sia strategiche che operative per portare alla luce il tuo piano di email marketing.

Sul mercato puoi trovare diverse piattaforme di email marketing (Aweber, MailChimp, Klaviyo, Active Campaign, SendInBlue, GetResponse, Infusionsoft, Hubspot e così via).

Non è importante quale piattaforma tu abbia scelto, ciò che conta è assimilare i concetti del manuale e poi replicarli gli all’interno del programma che hai scelto.

Le serie di email base

Esistono diversi momenti in cui un ecommerce può interagire con i propri clienti. Di seguito ti elenco le 4 serie di email più utilizzate ed efficaci. Nelle prossime pagine le vedremo nel dettaglio con esempi chiari.

  1. Email di benvenuto.
  2. Email per il recupero dei carrelli abbandonati.
  3. Email post-vendita.
  4. Email broadcast (al bisogno ovvero durante una festività o evento in particolare).

Tipologie di email

Una serie di email è composta da più messaggi che puoi inviare con una diversa frequenza: una o due a settimana, una ogni due giorni, una volta o persino due volte al giorno.

All’interno di una serie di email, che potremmo anche definire una campagna email, puoi inserire diverse tipologie di messaggi. Le tipologie variano in base al contenuto.

Esistono alcuni tipi di email, ecco i principali:

  • Email che costruiscono la fiducia interagendo con il cliente attraverso uno spunto interessante (ricerche di settore, casi studio, eventi, filosofie comuni).
  • Email di riprova sociale, ovvero dove sono i tuoi già clienti o testimonial a parlare al pubblico.
  • Email di puro contenuto sulla tua azienda o sul tuo prodotto — sempre in relazione ai desideri del cliente, mi raccomando! — ma senza vendita una vendita diretta.
  • Email di offerte/promozioni dirette, qui devi “spingere sull’acceleratore” e chiarire al cliente che dovrebbe acquistare adesso.

I contenuti di una buona email

Ognuna di queste serie di email funzionerà meglio se i messaggi sono corredati da elementi come:

  • Un oggetto/titolo coinvolgente che richiama un desiderio del cliente.
  • Una scadenza entro la quale il cliente deve agire.
  • Un design pulito e che va dritto al punto, testi semplice e un’immagine che “vende” il clic.
  • Una chiamata all’azione chiara e semplice, anche attraverso un bottone.
  • Il tracciamento dei risultati (parametri UTM).